Mi guardo attorno e vedo che la comunicazione al giorno d’oggi è tutto. E quando dico “tutto” intendo davvero tutto tutto, non intendo certo fare spicciole metafore. L’essere umano basa la stragrande maggioranza delle relazioni interpersonali sull’impressione inconscia ed inconsapevole – spesso non richiesta – che una situazione, una persona o un atteggiamento ci danno.

Un colloquio di lavoro, un’interrogazione a scuola, un esame universitario, una presentazione pubblica e persino il rispondere alla domanda accusatoria della tua ragazza “Dove sei stato?” richiedono capacità comunicative che vanno al di là delle semplici parole messe in fila.
Bisogna trasmettere un messaggio e bisogna trasmetterlo bene affinché chi lo riceve non abbia dubbi: addio balbettamenti, tempi morti, toni di voce smorzati, parole mangiate, vuoti di memoria e insicurezza in genere. Siamo sempre e costantemente soggetti all’analisi della “prima impressione” e, ci piaccia o meno, le cose vanno così. Meglio imparare a sopravvivere e, perché no, ad essere vincenti.

Mi guardo attorno e vedo che la comunicazione al giorno d’oggi è tutto. Bisogna saper comunicare per emergere, ma non basta. A cosa serve un grande megafono se quello che ho da dire potrebbe dirlo chiunque? Comunicazione sì, allora, ma anche creatività ed originalità, in una parola: unicità.

Qui alla English Academy sono tanti i teenager che seguono i vari corsi di lingua e ho avuto modo di fare con loro un piccolo esercizio: scrivere delle storie per i più piccoli. Favolette, quasi, che potessero regalare una gioia innocente ai tanti bimbi che frequentano la Academy.
Il risultato è stato sorprendente. Storie di morte truculenta e disgustosi risvolti dal gusto macabro pervadevano ogni racconto come se avessimo chiesto loro di scrivere delle storielle della buona notte per un asilo satanista.

Bene. Mooolto bene.

Mi guardo attorno e vedo che la comunicazione al giorno d’oggi è tutto. Comunicazione, creatività, originalità, unicità.
Da qui un’idea, solo un’idea.
Un Workshop, una sorta di laboratorio in costante divenire che coinvolgesse tutti gli adolescenti e che desse loro l’opportunità di sviluppare creatività, originalità e tecniche di comunicazione. Un luogo dove auto-apprendere e condividere pensieri ed esperienze in un ambiente stimolante e divertente.

Si parte in estate, i ragazzi sono tutti invitati!

Davide Scalera
Workshop Coordinator

Leave a Reply